Consigli di Guerra (4)

Dopo uno sguardo al marito, la Strega lasciò cadere la tunica con un piccolo movimento delle spalle e mostrò il piccolo seno alto e sodo; portava un solo anello al capezzolo sinistro, ed un altro, molto in alto, sull’orlo della succosa vagina. Manteneva gli occhi fissi nel vuoto, in realtà cercava lo sguardo della Strega della Regina, che aveva spalancato la bocca in un muto urlo di dolore.

“Molto bene”, disse la Regina. “E adesso mostrateci cosa siete capace di fare con quegli anelli e quei pesi, mastro Wissen. Non vediamo l’ora”.

Continua a leggere

Annunci

Consigli di Guerra (3)

“Basta così”, ordinò la Regina dopo aver atteso qualche piccola clessidra, “non sarai punita per aver eccitato quel giovane alfiere, ma ci saranno mille altre buone ragioni, prima di stasera, perché tu assaggi il nostro frustino lì dove più ti fa urlare”.
“Sì Padrona”, rispose disciplinatamente la Strega.
“È pronta la nostra carrozza?”, chiese la Regina.
“Sì, Padrona”.
“E allora andiamo. Puoi alzarti in piedi, abbiamo fretta. E poi non cammini a quattro zampe bene come vorremmo”.

Continua a leggere

Consigli di Guerra (2)

Come il generale Demon, gli altri ufficiali rimasero in silenzio. Poi, ad un cenno della Regina, Demon prese a riferire la situazione sul campo.

“Con il permesso della Maestà Vostra, Diron dispiegherà una mappa”.

Il giovanissimo alfiere, sentendo il suo nome, si riscosse ed estrasse dal tascapane un informe quadratino di cartapecora, lo spiegò e lo rispiegò e finalmente lo distese sul gelido pavimento di marmo nero, un ampio rettangolo più chiaro coperto di simboli tattici. Finito che ebbe, fece due passi indietro per assumere di nuovo la posizione di rispetto.

Continua a leggere

Consigli di Guerra (1)

La Regina Nera, che teneva accanto a sé la Strega, aveva ricevuto il suo Stato Maggiore nella Sala Vecchia del Trono, vuota e cavernosa; in fondo, nella penombra, si intuiva l’enorme trono che la Regina avrebbe volentieri bruciato: per antica tradizione il Re vi possedeva la favorita di turno davanti a tutta la corte.

Continua a leggere

Precisazioni

Lo so, voi adesso morite dalla voglia di sapere che cosa si sono detti l’Elfa ed il Mago, che accordo hanno trovato. O forse siete rimasti delusi perché Belladonna si è servita del piccolo Barbaro solo per effettuare la connessione e poi non se lo è scopato? Bene, diciamo che, alla fine, visto come stavano le cose, sia il piccolo Arjo Fennersson che Morwen hanno avuto la loro soddisfazione.

Continua a leggere